Le dimensioni dell’abitare

La lezione fiorentina (1948 - 1968)

Stefano Gambacciani

ISBN: 9788892800403
Anno: 2021
Caratteristiche: * 224 pp * brossura con bandelle * 22X22 cm * ill.

Volume 25,00

Descrizione

L’architettura residenziale, nelle sue diverse e molteplici declinazioni, sebbene non solo rappresenti lo spazio esistenziale primo, quello che più intimamente investe la dimensione umana, ma allo stesso tempo costituisca gran parte della trama e del disegno urbano di ogni città, viene sempre più spesso “snobbata” dall’architetto “impegnato” che, il più delle volte, si concentra su temi monumentali, di grande impatto, edifici pubblici e di rappresentanza, iconici segni urbani, spesso soltanto gigantesche esercitazioni stilistiche. Un tema, quello dell’abitare, che trova a Firenze, proprio nel ventennio che va dal 1948 al 1968, una stagione estremamente prolifica, con molti episodi significativi, “genuina” e fortemente innovativa, tanto da portare con sé, anche se legate al territorio e alla “cultura” fiorentina, un tesoro di esperienze dal valore universale, a-temporale e tutt’oggi ancora ricche di contenuti informativi. Una stagione in cui il concetto del “costruire” è sinonimo di professionalità. Un professionismo colto, costantemente vigile nei confronti delle capacità espressive della materia, attento alla definizione del dettaglio e al “buon costruire”, capace di generare architettura di alto livello, in grado di qualificare il tessuto urbano creando quella “qualità diffusa” che caratterizza l’ambiente come sistema di luoghi significativi. Lezione quindi, non solo di pochi “maestri”, ma anche di molti architetti e ingegneri che hanno esercitato la professione con estrema dedizione, impegno ed etica.

Potrebbero interessarti anche...